Il nostro sito utilizza cookie tecnici necessari a rendere semplice l'uso dei nostri servizi ai nostri visitatori. Vengono inoltre utilizzati link e componenti di terze parti che potrebbero a loro volta generare cookie dei quali non possiamo essere responsabili. Premere su 'OK' oppure continuare la navigazione nel nostro sito comporterà la prestazione del consenso all'uso dei Cookie. Per saperne di più.

Accetta
IL CENTRO.jpg

Novità e informazioni

L'istituzione del "Centro di ricerca sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei" dell'Università di Pavia è stata formalizzata con Decreto Rettorale del 24 gennaio 1980, ma già alla fine degli anni Sessanta Maria Corti, docente dell'ateneo pavese, concepì l'idea di creare il Fondo Manoscritti di autori novecenteschi, che fu ufficialmente riconosciuto con Atto Notarile presso l'Università di Pavia nel 1973. Al nucleo originario appartengono alcuni preziosi block-notes del poeta Eugenio Montale, varie redazioni autografe della novella La Madonna dei filosofi di Carlo Emilio Gadda e l'edizione postillata di Mio cugino Andrea di Romano Bilenchi. Oggi il Centro conserva più di duecento fondi d'autore.

Finalità del Centro sono: continuare la raccolta del materiale autografo; svolgere ricerca storica, filologica e lingustica sulla tradizione manoscritta di autori dell'Ottocento e del Novecento ed in particolare sui documenti del Fondo Manoscritti di autori moderni e contemporanei cosituito presso l'Università di Pavia; inventariare, ordinare e conservare, secondo i moderni criteri filologici e biblioteconomici, i materiali conservati in vista della costituzione di cataloghi, repertori, regesti; promuovere e organizzare convegni e seminari di studio, mostre bibliografiche e documentarie; promuovere edizioni di testi;  elaborare ed eseguire programmi di ricerca anche interdisciplinari, coordinati con il CNR, il MUR, Ministero dei Beni Culturali, gli Enti locali, e altri istituti di ricerca nazionali e internazionali.

Organi del Centro sono: il Presidente, il Direttore, il Comitato tecnico-scientifico.

Il Centro è aperto quotidianamente alla consultazione degli studiosi.

Rivista del Centro è "Autografo", fondata da Maria Corti nel 1984, attualmente pubblicata con cadenza semestrale da Interlinea Edizioni. L'attività editoriale del Centro non si esaurisce con la rivista, ma riguarda anche la pubblicazione di testi inediti, strumenti di cosultazione, bibliografie, indici, inventari, cataloghi e regesti di fondi.

Il Centro ha sede nel Palazzo Centrale dell'ateneo pavese; recentemente si è aggiunta una sede distaccata in alcuni locali dell'Università siti in Via Luino.

Centro per gli studi sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei
Strada Nuova 65 – 27100 Pavia, tel.: +39 0382 984483, fax: +39 0382 984641
mailto:fondo.manoscritti@unipv.it

Aggiornamenti a cura di Gabriele Rossini