Il nostro sito utilizza cookie tecnici necessari a rendere semplice l'uso dei nostri servizi ai nostri visitatori. Vengono inoltre utilizzati link e componenti di terze parti che potrebbero a loro volta generare cookie dei quali non possiamo essere responsabili. Premere su 'OK' oppure continuare la navigazione nel nostro sito comporterà la prestazione del consenso all'uso dei Cookie. Per saperne di più.

Accetta
Rassegna storica.jpg

Novità e informazioni

Il Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria ha ospitato, dal 17 marzo al 15 maggio 2017, la mostra Pavia nelle carte di chi l'ha resa grande, organizzata da Biblioteca Universitaria, Centro Manoscritti, Museo per la Storia dell'Università e Archivio Storico dell'Università di Pavia, in collaborazione con la Società Dante Alighieri-Comitato di Pavia. L'iniziativa si inseriva nell'ambito delle manifestazioni di Pavia in poesia, promossa da Leggere.Pavia, con il patrocinio del Comune di Pavia.
Locandina


Il 25 ottobre 2017 si è tenuto, presso il Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria, il Terzo colloquio "Roberto Sanesi" sulla traduzione letteraria, organizzato da Centro Manoscritti e Fondazione Maria Corti, sul tema Tradurre i classici. Sono intervenuti: Carlo Carena, Maria Grazia Ciani, Andrea Cucchiarelli, Alessandro Fo, Elisa Romano, Angelo Stella.
Programma

Nei giorni 1 e 2 dicembre 2016, presso l'Aula Goldoniana del Collegio Ghislieri, si sono tenute due Giornate di studio sul tema Sistemi in movimento. Avantesto e varianti dal laboratorio d'autore al laboratorio critico, organizzate da Centro Manoscritti e ITEM (Institut des textes et manuscrits modernes CNRS-ENS) di Parigi, in collaborazione con il Collegio Ghislieri.
Locandina


L’Associazione “Itinerari Cesare Angelini” ha organizzato, nel Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria, la mostra documentaria Le Terre Promesse di Cesare Angelini, inaugurata il 21 dicembre 2016 e rimasta aperta fino al 20 gennaio 2017. La mostra, curata da Gianfranca Lavezzi, si è avvalsa della fondamentale collaborazione dell’Archivio “Cesare Angelini” e di altri due archivi privati, del Fondo Manoscritti, del Seminario Vescovile, della Biblioteca Universitaria, ed è stata promossa dai Comuni di Pavia, Torre d’Isola e Albuzzano, dall’Università di Pavia e dal Comitato pavese della Società Dante Alighieri.
Locandina  

Nell'ambito delle manifestazioni Pavia in poesia promosse dall'Associazione Leggere Pavia, il 4 marzo è stata inaugurata presso il salone Teresiano della Biblioteca Universitaria di Pavia la mostra Mai ti vinse notte così chiara. Autografi dei poeti del Centro Manoscritti, a cura di Nicoletta Trotta. Data l'alta affluenza di visitatori, l'apertura dell'esposizione - già programmata per il periodo dal 4 marzo all'11 aprile 2015 - è stata eccezionalmente prorogata fino al 18 aprile.
Locandina


Il giorno 14 aprile 2015, alle ore 17.30,  presso il Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria, sono stati  presentati i volumi: Roberto Sanesi, The First Day of Spring e La primavera incompiuta. Studi su Roberto Sanesi ("Rivista di studi italiani", dicembre 2014) e il n. 52 (2014) della rivista "Autografo", dedicato agli atti del Secondo colloquio Roberto Sanesi sulla traduzione letteraria, dal titolo Traduzione e Novecento. Sono intervenuti Matteo Brera, curatore delle due opere, Michela Ghirardello e Fausta Squatriti; ha coordinato la presentazione Maria Antonietta Grignani.
Locandina


Nel periodo 1° novembre 2014-31 ottobre 2015 è stato portato a compimento, dal Centro Manoscritti in partnership con la Fondazione Maria Corti, il  progetto Per il Fondo Maria Corti: un archivio letterario in rete nel centenario della nascita, finanziato da Regione Lombardia, che aveva quale obiettivo la conservazione e valorizzazione dell’archivio letterario di Maria Corti (Milano, 1915-2002), custodito presso la Fondazione Maria Corti di Pavia e in stretta relazione, tematica, scientifica e istituzionale, con il Centro stesso.

Gli interventi prevedevano la descrizione partecipata del fondo con l’applicativo Archimista, la pubblicazione  su web con l’interfaccia ArchimistaWeb dei risultati di tale lavoro e la successiva attivazione di idonei strumenti di promozione e fruibilità, attraverso iniziative idonee. Il tutto in concomitanza con il centenario della nascita della studiosa, decorso il 7 settembre 2015. Il progetto mirava, attraverso la forte condivisione e integrazione delle risorse descrittive assicurata dall'applicativo Archimista, a fornire idonei strumenti per la fruibilità dell’archivio e per la relativa promozione e valorizzazione condivisa. Per il raggiungimento degli obiettivi sono stati conferiti due specifici assegni di ricerca, alla dott.ssa Lisa Cadamuro e al dott. Luca Stefanelli, sotto il coordinamento e la supervisione scientifica di un team progettuale composto da un Responsabile scientifico, la Prof. Maria Antonietta Grignani (Direttore del Centro Manoscritti), dal Prof. Gian Luigi Beccaria (Presidente), dalla Prof. Carla Riccardi (vice Direttore) e, per la Fondazione Maria Corti, dal Prof. Angelo Stella (Presidente), con il supporto tecnico di alcune unità di personale tecnico amministrativo del Centro e della Fondazione.

Nell'ambito del progetto sono state svolte le seguenti attività:

1.a) Riordino e ricondizionamento del fondo Maria Corti in complessive 8.142 unità archivistiche, suddivise nelle seguenti 10 serie:

1. Materiali biografici
2. Attività critica
3. Scritti letterari
4. Altre attività culturali
5. Rapporti editoriali
6. Rassegna stampa
7. Corrispondenza
8. Materiali fotografici
9. Testi di altri
10. Varia

1.b) Descrizione analitica dei materiali in Archimista, estesa al campo cronologico, al campo del contenuto e a quello della descrizione estrinseca. Ove necessario, sono state inserite note relative alla datazione e allo stato di conservazione dei materiali, oltre a riferimenti incrociati tra unità collocate in diverse serie o sottoserie ma che presentino rapporti di implicazione reciproca.

1.c) Apposizione della segnatura, elettronica e materiale, sulle unità archivistiche descritte. Nello specifico, i materiali recano la siglatura archivistica COR, seguita da:

     - numerazione relativa alla sottoserie ed eventualmente da quella relativa alla sottosottoserie, preceduta da punto (es. COR 1.1). Nella serie 7. "Corrispondenza", il cui ordine segue quello alfabetico dei mittenti, si è scelto di attribuire alle sottoserie non una sigla numerica, bensì quella alfabetica ad essa relativa (es. COR 7.A, COR 7.L etc.). Le sottoserie "Mittenti multipli", "Mittenti non identificati", "Senza mittente", "Lettere di Maria Corti" e "Lettere di terzi" seguono invece il criterio generale (COR 7.1 - COR 7.5);

     - numero dell'unità, preceduto da barra (es. COR 1.1/1; oppure, nella "Corrispondenza", COR 7.A/1).

2) Organizzazione e progettazione della mostra documentaria multimediale Maria Corti. Le voci della scrittura, Pavia, Palazzo del Broletto (8-31 ottobre 2015), per celebrare il centenario della nascita di Maria Corti e per valorizzare la documentazione archivistica oggetto del suddetto lavoro di recupero e descrizione. In particolare, sono stati ideati tre percorsi espositivi (riguardanti, rispettivamente, l'attività critica della Corti, quella narrativa, e i materiali del Centro Manoscritti da lei ideato); si è provveduto inoltre a integrare le bacheche con video-installazioni a cura di Paolo Lipari e materiali provenienti dal Fondo Davide Turconi, grazie alla collaborazione con la sezione di Discipline dello Spettacolo; all'immagine coordinata della mostra curata da Alessandro Maffioletti e Martina Uderzo, i quali hanno anche realizzato due pannelli infografici che illustrano la rete di relazioni epistolari dell'autrice e una sintesi della sua produzione critica e narrativa; alle didascalie e al materiale promozionale/informativo.
L'inaugurazione dell'evento, giovedì 8 ottobre 2015, alle ore 17, nella Sala Conferenze del Palazzo del Broletto, alla presenza del Sindaco e delle autorità, ha visto avvicendarsi testimonianze di allievi e amici. Sono stati letti, inoltre, brani da opere della scrittrice. Locandina | Comunicato stampa 
Videoinstallazioni della mostra, a cura di Paolo Lipari: Video istituzionali Centro Manoscritti e Fondo Turconi | Qualche cosa di magico | Un'anima curiosa | Pagine vive da L'ora di tutti

Il lavoro svolto ha consentito, nel complesso, di rendere accessibile al pubblico, degli studiosi e non, l’archivio documentale della fondatrice del Centro Manoscritti. Nel contempo ha dato adeguata visibilità a uno dei maggiori patrimoni culturali novecenteschi presenti sul territorio lombardo e di grande interesse a livello nazionale.

Per maggiori informazioni cfr. la Relazione finale degli assegnisti Lisa Cadamuro e Luca Stefanelli.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Centro per gli studi sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei
Strada Nuova 65 – 27100 Pavia, tel.: +39 0382 984483, fax: +39 0382 984641
mailto:fondo.manoscritti@unipv.it

Aggiornamenti a cura di Gabriele Rossini