Il nostro sito utilizza cookie tecnici necessari a rendere semplice l'uso dei nostri servizi ai nostri visitatori. Vengono inoltre utilizzati link e componenti di terze parti che potrebbero a loro volta generare cookie dei quali non possiamo essere responsabili. Premere su 'OK' oppure continuare la navigazione nel nostro sito comporterà la prestazione del consenso all'uso dei Cookie. Per saperne di più.

Accetta

Novità e informazioni

Nel settembre 2018  l'illustre francesista e critico letterario Stefano Agosti [Caprino Veronese, 1930-] ha donato al Centro Manoscritti una parte cospicua del suo Archivio, che annovera le stesure dei saggi Il Fauno di Mallarmé (1991), Gli occhi le chiome: per una lettura psicoanalitica del Canzoniere di Petrarca (1993) e Il romanzo francese dell’Ottocento (2010) e numerose stesure di altri saggi di teoria e critica letteraria e su autori francesi e italiani, tra cui: Charles Baudelaire, Michel Butor, Gustave Flaubert, Philippe Jaccottet, Pierre Jean Jouve, Michel Leiris, Arthur Rimbaud, Saint-John Perse, Paul Valéry, Paul Verlaine; Piero Bigongiari, Luciano Erba, Carlo Emilio Gadda, Giuliano Gramigna, Mario Luzi, Eugenio Montale, Giorgio Orelli, Pier Paolo Pasolini, Antonio Porta, Lalla Romano, Amelia Rosselli, Vittorio Sereni, Andrea Zanzotto.
Stefano Agosti, già ordinario di lingua e letteratura francese all'Università "Ca' Foscari" di Venezia e attualmente docente emerito presso lo stesso Ateneo, nel corso della sua lunga attività scientifica ha elaborato una teoria del testo poetico di tipo post-semiologico e vi ha affiancato lo studio della letteratura contemporanea, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla linguistica strutturale e dalla psicoanalisi lacaniana. Ha applicato le sue teorie allo studio della letteratura francese in svariati e densi saggi e si è occupato anche di letteratura italiana del Novecento. E' il critico maggiore di Andrea Zanzotto, che ha seguito dal 1969 in avanti con interpretazioni radicalmente innovative (cfr. per tutto l'iter:  Stefano Agosti, Una lunga complicità. Scritti su Andrea Zanzotto, Il Saggiatore, Milano 2015).

Centro per gli studi sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei
Strada Nuova 65 – 27100 Pavia, tel.: +39 0382 984483, fax: +39 0382 984641
mailto:fondo.manoscritti@unipv.it

Aggiornamenti a cura di Gabriele Rossini